domenica 22 giugno 2008

Segni dei tempi e tempi di scempi

Che siamo in una fase decisiva e critica della storia "umana" è evidente: solo gli stolidi non lo capiscono. Stabilire che cosa avverrà e con quali modalità è impresa non facile. Tuttavia, considerando segni ed indizi, si possono formulare delle previsioni plausibili che auspico saranno smentite da una svolta radicale. Definire una sequenza cronologica degli eventi risulta arduo, ma credo che assisteremo ad un crescendo di avvenimenti culminanti in uno Spannung "alieno". Certi eventi saranno intrecciati in modo inestricabile, con cause ed effetti interagenti e premesse di altri scenari. Forse alcune calamità si abbatteranno in modo repentino, con un colpo secco, impedendo di prendere le necessarie precauzioni.

Vediamo in modo molto stringato e inevitabilmente incompleto nonché ipotetico quali potrebbero gli accadimenti forse destinati ad occorrere nei prossimi mesi ed anni. Resta la possibilità che i piani della sinarchia (almeno qualcuno dei diabolici disegni) siano sventati attraverso una presa di coscienza, per opera di strati sempre più vasti della popolazione o grazie ad un intervento esterno.

• Crisi finanziaria: indici borsistici in caduta libera, con speculazioni dell'ultim'ora, fallimento di molte società, perdite massicce per i piccoli investitori.
• Crisi delle banche e monetaria: svalutazione del dollaro e contestuale ed eccessiva rivalutazione dell'euro.
• Crisi agroalimentare: crollo della produzione agricola a causa specialmente della siccità, della moria delle api, della decisione di destinare ampie aree alla coltivazione di mais usato per la produzione di etanolo, diffusione di piante geneticamente modificate che contaminano le colture tradizionali, inquinamento, proliferazione di insetti nocivi, diminuzione del pescato... Molti di questi problemi sono legati alla nefanda operazione scie chimiche.
• Stagflazione, ossia stagnazione economica e spaventoso aumento dei prezzi di generi alimentari, carburanti, acqua, gas, elettricità etc.
• Tumulti e sedizioni causati dalla penuria di beni di prima necessità o da situazioni sociali, etniche ed ambientali dirompenti: si considerino come prodromi le proteste ed i blocchi stradali in Campania contro l'apertura o riapertura di ammorbanti e pericolose discariche.
• Instaurazione di governi le cui parole d'ordine saranno "ordine e sicurezza". Le forze di polizia sederanno le rivolte nel sangue, ricorrendo anche ad armi di nuova concezione (armi elettromagnetiche, armi acustiche...). Proclamazione della legge marziale e sospensione sine die delle costituzioni.
• Censura della Rete libera e di media non allineati.
Disturbi e sabotaggi dei sistemi elettronici non protetti al fine di impedire la diffusione di notizie non ufficiali.
Imposizione della moneta elettronica per chi vorrà usufruire di servizi minimi e per la compravendita di merci e prodotti.
• Asservimento della popolazione tramite sistemi di schedatura e di controllo elettronico (dalla videosorveglianza alle reti wireless)
• Disastri innaturali provocati da H.A.A.R.P. e sistemi simili: distruzione della coltre di ozono, sismi, maremoti, alluvioni...
• Estinzione di numerose specie vegetali ed animali.
• Conflitti in teatri bellici molto ampi anche con l'impiego di ordigni nucleari tattici.
• Problemi legati all'indebolimento del campo magnetico terrestre e forse allo spostamento dei poli.
• Epidemie che decimeranno la popolazione mondiale già stremata ed indebolita dalle carestie. Virus e batteri saranno diffusi specialmente con gli aerei.
• Accorciamento della vita media ed aumento della mortalità per via di un ambiente e di un'alimentazione sempre meno salubri.
• Estinzione di numerose specie vegetali ed animali.
• Proiezione di ologrammi nel cielo (l'operazione scie chimiche avrà, nel frattempo, reso l'atmosfera satura di metalli ed adatta a tale scopo "cinematografico") con cui sarà inscenata una falsa invasione aliena seguita da un'altrettanta falsa Parousia di Cristo, di Krishna e di altre figure religiose.
• Intrusione di esseri interdimensionali malvagi che accorreranno in rinforzo degli Arconti già presenti sul pianeta almeno da millenni. Forse tale invasione sarà possibile grazie a cambiamenti cosmici ed energetici.
• Instaurazione del Nuovo ordine mondiale sotto l'egida della Chiesa di Roma.
• ...

Può darsi che tutto ciò sia solo la trama di una pellicola di fantascienza. Comunque, come ha scritto un lettore, ci avviamo verso la catastrofe, ma con ottimismo. Infine chi vivrà vedrà. Dunque saranno pochi quelli che vedranno.


Articolo correlato: Bojs, Grande tribolazione 2.0, 2008

4 commenti:

parvatim ha detto...

certamente tutti questi punti sono nel programma della elite oscura.
ma non è certamente detto che si realizzino.
anzi...

Andrea ha detto...

Eppure nel mondo, c'è chi conosce nei dettagli, cosa accadrà all'intera umanità nei prossimi anni. È tutto pianificato: dal giorno in cui l'Iran verrà attaccato, alla microchippazione su vasta scala. Per loro, la vita di miliardi di persone è nulla di fronte alla realizzazione dei loro obbiettivi. Mi auguro solo che abbiano sottovalutato l'imprevisto.

Anonimo ha detto...

L'imprevisto è che ci sono sempre meno imbecilli in giro, quindi i loro piani devono rivederli strada facendo, commettendo errori di valutazione che alla fine li perderanno. Teniamo presente che nel campo quantico l'equazione tende sempre all'equilibrio.


walter

faceonmars ha detto...

Caro Bojs, amico mio
I punti che tu hai elencato sono non solo plausibili ma molto molto probabili. Però ti invito a non sottovalutare il nostro potere interiore di far cambiare le cose.
Come dice Andrea, non è detto che tutto ciò si realizzi emplicemente perché, come insegna la fisica quantistica, nel momento in cui una cosa la guardi (un po' come nell'analisi) la cambi, e le puoi dare un senso diverso o semplicemente, accettandola, la depotenzi.
Io direi basta catastrofismi. Non rimaniamo 'attirati' subdolamente da tutto lo schifo che ci preparano intorno. La profezia di Celestino insegna. I nove punti prevedono la possibilità del superamento dell'organico. E il film, per quanto poco diffuso e secondo me sottovalutato (forse perché troppo semplice e chiaro?), ne rende appieno l'idea.

un abbraccio fraterno
Adriano