giovedì 2 ottobre 2008

Personalità multipla, l'Io, l'ego, la scelta



"La cosa migliore di me.. è che ci sono molti me."

Smith


Questo post nasce principalmente dalle conversazione avute con un amico su msn. Vediamo di capirci qualcosa.

Cominciamo dall'inizio, anzi dalla fine del I° Matrix. Neo (la saggezza) "entra" dentro smith (programma senziente, protettore e abitante di matrix, ma che vuole uscirne) che esplode. Smith, non muore (o "termina" vedete voi) ma al contrario, evolve, Neo lo ha liberato, tanto che all'inizio del II° film lo ringrazia, liberandosi dell'auricolare, strumento "distintivo" della sua catalogazione in Matrix.

Quando i due si reincontrano succede una cosa apparentemente strana, Smith è più forte:

"Vi hanno potenziati.."

Ed ha una seconda ma importante caratteristica, egli moltiplica se stesso.

Ok, fermiamoci qui un secondo e torniamo a Morrison. Come sappiamo il suo fumetto è stato fonte fondamentale per la realizzazione di Matrix (il film intendo :D ), quindi sono inevitabilmente collegati. Nella conferenza del post qui sotto, c'è una parte in cui lui parla dell'individuo inteso come Io, e la struttura dell'ego.

Quando noi parliamo di eliminare o rinnegare l'ego effettivamente commettiamo un errore, che, come diceva qualcuno è indice di dualità. Quello che dobbiamo cercare è il bilanciamento di quest'ultimo, andare oltre l'individuo, oltre l'io e abbracciare tutte le diverse personalità che albergano in noi e non lasciar fuori solamente quella derivata dal contesto sociale in cui viviamo, ad esplorarle, interrogarle. In questo modo "diventerete esseri umani più grandi perchè avete smesso di consentirvi di rimanere all'interno dei vostri confini". (vedi 4a e 5a parte).

Torniamo ora a Matrix e vediamo che succede quando Smith "estende" la sua personalità (ovvero si moltiplica). Egli diventa una minaccia per le macchine (matrix) stesse perchè la sua realtà comincia ad andare oltre "Sè Stesso" passando tra l'altro dal mondo in "2d" di matrix a quello vero in "3d" attraverso proprio una di queste personalità (ogni volta che "tocca" qualcuno lui "acquisisce" la sua personalità estendendo la propria). La stessa cosa fa Morrison col suo fumetto quando crea la "sua" realtà attraverso quella del personaggio sulle pagine dell'opera. In quel contesto, il personaggio migra da una realtà 2d (il fumetto) a quella reale in 3d (la vita reale, Morrison).

Smith si rende reale attraverso uno sdoppiamento di personalità e lo stesso fa Morrison,
trasforma se stesso in un fumetto e attraverso la sua personalità fumetto cambia il suo mondo vero.

La Scelta

"comunque la questione delle personalità mi ha colpito 2 o 3 anni fa
quando mi sono accorto che in realtà non ne avevo una
ma potevo scegliere cosa essere
prima si tende a dire io sono fatto così
sono questo sono quell'altro
poi ti rendi conto che in realtà tu puoi essere tutto quello che vuoi
e scegli di amare qualcuno piuttosto che un altro
o di prediligere una musica piuttosto che un'altra
ma che in verità questa non è altro che un'illusione, una specie di finta identità che ci creiamo
per avere l'idea di essere qualcuno
in realtà ora potrei dire che invece non c'è proprio nessuno
quindi ci sono tutte le possibilità presenti in noi
sceglierne una modifica il nostro mondo
e quello che abbiamo intorno"

La scelta è alla base dell'essere umano, ogni istante della nostra vita è determinato dalle scelte che noi facciamo, anche se a volte incoscie, predeterminate da schemi mentali creati durante la nostra crescita personale.

"La più importante accezione del termine "libertà" consiste nel riuscire davvero ad essere se stessi. Tutti vengono a patti con la realtà per acquisire un ruolo, tutti barattiamo i nostri sensi per avere approvazione sociale. Rinunciamo alla nostra autenticità interiore per averne in cambio una maschera da indossare"

- Jim Morrison

Quando Neo incontra l'Architetto scopre che ci sono state altre "varianti" (o personalità) prima di lui che alle esternazioni del vecchio reagivano tutti in maniera differente. Egli spiega a Neo che in realtà aveva progettato più volte Matrix, ma solo quando venne data la possibilità di effettuare una scelta alle persone connesse a Matrix queste potevano sopravvivere.

Alla fine del dialogo Neo viene messo di fronte ad una scelta: Paura e Amore.

Paura per l'annientamento della razza umana e l'amore per Trinity; a differenza dei suoi predecessori Neo sceglie senza dubbio alcuno l'amore.. E la saga continua.. XD


Le scelte che facciamo ogni giorno sono quindi influenzate da questi due sentimenti, e molto, troppo spesso facciamo scelte sbagliate.

La "linea della vita" in Donnie Darko


So che sei spaventato.. ma ne vale la pena. Credimi. Resisterai anche a questo, come hai sempre fatto. Ci vediamo dall'altra parte. Il tuo amico, Pilot.


Un abbraccio sincero e fraterno a tutti voi che portate nella mia esperienza di vita affetto e coraggio di andare avanti.

Simone P. aka Donnie.

10 commenti:

Barzo ha detto...

Grande Donnie, a parte qualche errore ortografico (:PPP) condivido tutto, e lo sto postando qua:http://barzoinforma.blogspot.com/2008/09/senso-di-colpa.html
mi farebbe piacere avere il tuo contatto msn x fare due chiacchiere ogni tanto e condividere qualche illusione (aoh non ci sto provando eh.. è per gusto scientifico!!)
saluti

Zret ha detto...

"L'uomo è un accampamento di demoni" Basilide.

Ciao!

Timor ha detto...

Ciao Donnie ottimo articolo.

Quello che, a mio avviso, è stato tralasciato è che esiste un'Intelligenza più grande dentro di noi che permette l'espansione dei nostri limiti e l'apprendimento di una conoscenza più vasta e armoniosa.
Questa Intelligenza è sempre trascendente i nostri raggiungimenti,è un punto solare che continuamente si allontana dal nostro inseguimento regalandoci nel frattempo infiniti doni e scoperte
Quello che deve fare l'ego (e le sue multiformi sfaccettature)nel suo inseguimento non è altro che un atto di abbandono e sottomissione affinchè Quello possa Essere altrimenti si perde nel suo stesso relativismo
Lui ti dirige eppure deve essere scelto.
Paradossi solvibili solo con la conoscenza intuitiva del cuore.

"Ma quelli che Mi adorano, abbandonando a Me tutte le attività (pensandoMi come l'unico Autore delle azioni), contemplandoMi con uno yoga totale ed esclusivo - rimanendo assorti in Me - invero, Figlio di Pritha, per questi che hanno la coscienza fissa in Me Io divento ben presto il Salvatore che li tira fuori dall'oceano delle nascite mortali."

freenfo ha detto...

Ciao Donnie,
bel lavoro. Segui sempre il tuo cuore...

Ciao

Donnie ha detto...

Beh.. Diciamo che mi si erano accavallati così tanti pensieri che già mettere un paio di frasi in fila è stato un successo.. Comunque è importante la sostanza più che la forma :P

@zret: ho invitato il Diavolo a cena, sentiamo cos'ha da dire ;)

@Timor: sempre saggi i tuoi commenti, è un piacere imparare da te.

@freenfo: grazie anche a te, siamo qui per questo.

Un abbraccio ragazzi.

~k99~ ha detto...

Ciao a tutti!

nel pomeriggio su blog di zret avevo scritto...
""Cmq il mio istinto mi ha sempre sugerito che in realtà noi non esistiamo...""

Non avevo voglia di approfondire, ma questo post si lega e tanto.

Quando ho detto che noi non esistiamo , il "noi" era riferito come singoli...

...e se noi tutti fossimo la personalità multipla di un unico essere? che con questa "realtà" cerca di darsi delle risposte?

Timor ha detto...

k99 ottima intuizione ;-)

Un'espressione di Quello potrebbe assomigliare a questa immagine:
http://www.lila.info/media/cosm.jpg

però nel suo aspetto di Madre Universale anche a questa
http://people.tribe.net/71246863-4184-4906-8732-d4b755d29f94/photos/35470a05-9b73-4ba1-be38-25cd70dd7dc8

Aggiungo un interessante videoclip
it.youtube.com/watch?v=UUXBCdt5IPg

Tanto per dare un aspetto visivo alle parole ;-)

~k99~ ha detto...

@timor Perfetto!!

Certo mi avete messo voglia di riprendere gli studi del karma... ma quanta confusione... chissà se c'è stato un tempo deve tutto era chiaro...

Naa'ray ha detto...

equilibrium parla proprio di questo post http://www.imdb.com/title/tt0238380/

olan100 ha detto...

finalmente un sorriso unanime...
si sente una vibrazione collettiva...
non capisco come mai succede che pensi una cosa... la scrivi... la leggi, alzi lo sguardo e appare più chiara di come la pensavi... come una grosso encefalo che si nutre dei nostri pensieri facendci diventare un unica mente.

un saluto a tutti dall'ultima ruota del carro!! ah ah ah