domenica 27 luglio 2008

Lastra a Signa come Canneto di Caronia?

Lungi da me il voler fare della pubblicità al mio libro. Tuttavia "Le giornate bianche" continua ad essere l'unica pubblicazione che si occupa, seppur in forma romanzata, della questione degli strani fenomeni accaduti dal 2004 a Canneto di Caronia, in provincia di Messina, dove una serie di oggetti e cose prendevano fuoco spontaneamente, in un crescendo di fenomeni che ha visto costretti gli abitanti ad essere evacuati per tre mesi prima di poter rientrare nelle loro case, alcune delle quali rovinate completamente. Lungi da me il voler commentare ulteriormente la scandalosa sentenza del Tribunale di Messina che, colpevolmente e in mala fede, ha sentenziato che gli accadimenti hanno avuto natura dolosa (intendendo accusare così i residenti) ignorando totalmente il risultato della Commissione d'Indagine voluta dall'allora governo Berlusconi e guidata dal responsabile della Protezione Civile Francesco Venerando, che sosteneva esplicitamente il fatto che in quell'area e in quel periodo fossero accadute sperimentazioni di armi a tecnologia non convenzionale; forse qualcuno ricorderà che molti giornali parlarono dei risultati dell'inchiesta. Lì, anche se mai esplicitamente, si menzionava la presenza di forze apparentemente non terrestri che potevano aver agito (era un'ipotesi), anche se non si capisce per cosa. Qualcuno forse ricorderà che L'Espresso titolò il suo approfondimento: Alieni a Caronia?. Bene. Ad alcuni anni di distanza (e nel frattempo i fenomeni nel paesino siciliano sono scemati ma non spariti del tutto) le stesse identiche cose stanno accadendo in questi giorni a Lastra a Signa, un paesino Toscano in provincia di Firenze. Questo l'articolo del corriere.it. Inutile dire che la somiglianza degli eventi è spaventosa. Anche inquietante. Stessa identica 'mano'. Stesse dinamiche. Adesso aspettiamo con ansia che la situazione precipiti e che poi intervengano i soliti esperti e alla fine i prezzolati della nostra 'indipendentissima' magistratura facciano la parte che non possono fare i pompieri. Acqua, acqua balsamica e rassicurante sul fuoco spontaneo.

8 commenti:

Zret ha detto...

NON sono alieni, ma esperimenti militari molto terrestri. Nell'articolo Microonde: arma contro la biosfera si trovano delle risposte.

Ciao

adriano ha detto...

Si, ne sono convinto anche io
dove sta l'articolo che citi?

Donnie ha detto...

Adriano:

http://www.tankerenemy.com/2008/07/le-microonde-arma-contro-la-biosfera.html

adriano ha detto...

Ok, si ma comunque il mio romanzo si conclude con una mezza allusione del protagonista a questo discorso...
:-)

Enoch ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Enoch ha detto...

La cosa assurda è che gli stessi quotidiani/TG parlano di cause attribuibili ad "onde elettromagnetiche e micronde di forte intensità" , senza comunque specificarne la fonte. Viene praticamente spiattellata una faccenda davvero importante e nonostante ciò, nessuno si domanda cosa diavolo sta succedendo... roba da matti.. -_-

Naa'ray ha detto...

sentite un pò.. quest'articolo interessantissimo sulla faccenda lo lessi tempo fà, e mi illuminò.. voi avete sentito mai parlare di universo elettrico?

http://www.redicecreations.com/article.php?id=2158

adriano ha detto...

Affascinante la teoria dell'universo elettrico, ma posso dire con onestà e tutta tranquillità che, per quanto ho visto sul posto a Canneto e per quelle che sono state le testimonianze dei residenti, i fenomi sembravano inspiegabilmente guidati. Mossi da un'intelligenza che si preoccupava di far correre i poveretti da una parte all'altra del piccolo paesino senza mai, dico mai, sfiorare nemmeno uno di loro. Sembrava appunto un'intelligenza molto umana che agisse dietro quegli incendi. Un'intelligenza che forse utilizzava armi da sperimentare, magari alle microonde, e che sapeva guardarsi bene dal colpire le persone. L'intento era solo spaventarle. Magari farle evacuare. Magari perché lì c'era qualcosa che gli interessava. Poi è tornato tutto come prima, più o meno, qualche piccolo fenomeno ancora accade. Però adesso la comunità di Canneto, spaventata, è ancora lì. Ogni tanto l'allarme anti-fumo suona a vuoto, magari in piena notte. Burloni, i nostri militari... che poi questo tipo di armi siano state ricavate da retroingegneria aliena è questione che lascio agli esperti.

www.faceonmars.splinder.com