giovedì 18 dicembre 2008

Buio

Buio totale o quasi da qualche mese a questa parte come avete notato.. Ma che vuol dire buio? La nostra mente razionale ci ha portati (a me almeno) lontani da quei discorsi che fino a qualche mese fa scorrevano tranquilli come le acque di un fiume. Ma ad un certo punto.. Buio.

Si buio. Perchè da un momento all'altro argomenti come "coscienza" "amore" "sincronismo" "intuizione" "matrix" "ego" "ricerca interiore" e altri.. Sono stati violentemente sradicati dal mio 'interesse' forse da qualche forza oscura, non ho più vissuto nel qui-e-ora, ho semplicemente "vissuto" (o fatto "esperienza" decidete voi). Il sistema\società ci impone quelle "piccole" regole per il "[soprav]vivere bene" vedi economia, lavoro, vita sociale ecc.. E' difficile ineffetti tirare dritto senza rischiare di perdersi.. Nel Buio.

Dicevamo dunque, cos'è il buio? L'oscurità o buio è sostanzialmente l'assenza di luce. Se qualcosa non si vede, non vuol dire che in realtà non ci sia. In questi mesi di "vacanza" il mio inconscio a lavorato tenendomi all'oscuro di quello che faceva, continuava il mio percorso senza di me. Segnali, coincidenze ecc.. sempre più frequenti e sempre meno aspettate, difatti se prima non mi stupivo più se praticamente anticipavo la frase di qualcuno di fronte a me, ora rimango letteralmente a bocca aperta davanti alle più piccole inezie.. Prima era un fatto scontato.. Ora non ci penso più a queste cose..

La mente è condizionata da quello che ha appreso e seleziona fra tutti i segnali esterni quelli che meglio si adattano alla sua concezione del mondo.

Abbiamo per così dire addestrato i nostri pensieri, le nostre emozioni, la nostra mente che nel momento in cui abbiamo sbandato, è andata col pilota automatico e ad un certo punto ha suonato il clacson: è ora di tornare in carreggiata.

"Se guardi nel buio a lungo, c'è sempre qualcosa." (William Butler Yeats)

Nel fancazzeggio giornalerio tra idiozie e social network ecco spuntare qualcosa di interessante, ve lo posto qui:

"La mia domanda è: perché non possiamo andare d'accordo?

Io dico di amare tutta la gente.. perché gli altri non possono essere come me?
Il problema è che niente di tutto questo è vero.. infatti è proprio l'esatto contrario.
Sono le tue intenzioni interiori che mandano tutto all'aria.
Questo antagonismo non può essere sistemato da fuori, non dipende dalle altre persone: nessuno può farlo, se non Tu.

Siamo tutti nella stessa "barca"!

La nostra vera natura è fatta di egoismo, desiderio di ricevere.
Tutto l'insieme che chiamiamo creazione è fatto solo di questo desiderio, e tutto ciò che circonda la creazione è una forza nascosta: la legge della natura, l'altruismo, l'amore e la sua forza essenziale.
Ogni dettaglio di questa legge custodisce le funzioni e la legge essenziale dell'universo in un unico vasto organismo.
Tutte le cose che ci sembra esistano fuori di noi come oggetti separati, funzionano tra loro come gli organi di un corpo ricevendo esattamente solo ciò di cui hanno bisogno per sopravvivere e dando tutto quello che possono per il benessere del corpo nel suo insieme.

La scienza sta ora scoprendo che questa legge funziona ovunque: nello spazio profondo, negli ecosistemi, negli atomi.
In natura ogni cosa funziona funziona in questo modo, tranne per qullo che riguarda la vita personale ed intima di ogni uomo.
La legge della natura umana è esattamente l'opposto: ricevere quanto più possibile per soddisfare il proprio "io" applicando il minimo sforzo; spesso significa soddisfare a spese di qualcun altro.
Potreste immaginare quanto un corpo umano durerebbe se fosse fatto di cellule che ragionano in questo modo?
Questa è proprio l'esatta definizione di cancro!

Proprio in questo modo, qualsiasi cosa facciamo, anche l'atto che in apparenza potrebbe sembrare più generoso, lo facciamo solo con l'intenzione di ottenere una gratificazione personale.

Non è colpa nostra, siamo stati fatti così, ma fintanto che ci appoggiamo alla nostra natura per farci guidare, non ameremo mai davvero e non andremo mai d'accordo con nessuno.
Non importa quanto "carini" pensiamo di essere.. la nostra vita interiore non è intesa come un luogo privato dove poter essere ossessionati solo da noi stessi, ma come un luogo di trasformazione e collegamento con la legge della natura.. la forza singolare dell'amore.

Così, per guarire tutto l'odio che vedi intorno a Te hai bisogno di un metodo che ti insegni come usare la tua natura egoistica in modo di riuscire a superarla. Questo è il motivo per cui tutte le religioni e i sogni che conservi nel profondo del tuo cuore dicono che devi amare il tuo prossimo come te stesso.. mettere il loro interesse davanti a tutto il resto, proprio come fai con i tuoi interessi..

perché nessuno può risolvere il problema se non TU."

Da "La Mente mente".




"Invece di maledire il buio è meglio accendere una candela."
(Laozi)


Donnie.

12 commenti:

Timor ha detto...

Il metodo è l'autoosservazione costante e la fedeltà alle scelte che ci si è liberamente dati.
Hai deciso di amare ed essere felice?
Impara ad essere distaccato e neutrale di fronte a qualsiasi avversità rimanendo centrato nel tuo Scopo.
Recidi con la spada della volontà e della determinazione qualsiasi pensiero o emozione o ostacolo si frappongona sul tuo sentiero.
Difficile a farsi all'inizio talmente siamo coperti di aggregati psichici illusori ma la ricompensa è grande per chi persevera.
Costui diverrà un Sole per se stesso, una fonte luminosa capace di nutrire e sollevare frequenze ed esseri attorno a sè.

« E cosa è mai, o monaci, questo sentiero di mezzo realizzato dal Tathāgata che produce la visione e la gnosi, e che guida alla calma, alla perfetta conoscenza, al perfetto risveglio, al nibbāna? Esso il Nobile ottuplice sentiero, ovvero la retta visione, la retta intenzione, la retta parola, la retta azione, il retto modo di vivere, il retto sforzo, la retta presenza mentale, la retta concentrazione. »

VERITAS2012 ha detto...

quoto TIMOR e il suo prezioso consiglio..
io ho sempre visto la nostra esistenza come un enorme castello circondato di BUIO.Solo il MUOVERSI dentro il castello ci puo portare ad aprire le sue finestre per mettere LUCE e "vedere" cosa c'è...

Ste ha detto...

:)

Sono contento di risentirti Donnie.

:)

Anonimo ha detto...

Vedo con piacere che timor si diletta nella lettura dell' Abhidharmapitaka e nella diffusione della saggezza in essa contenuta. Bravo!


walter

Divine_Mystikal ha detto...

bha...io diko che le parole sono sempre facili da espletare ...sono i fatti che contano...e cmq...sfido chiunque anche timor (visto che ha scritto quel pensiero) ad essere distaccato e neutrale dalle avversità della vita...

nn so voi....ma avete per una volta solo.. anche minimamente.. amato una donna...ha sentire come vi sentireste...

la realtà è che dobbiamo sperimentare la sofferenza...pur di fare esperienza a questo siamo disposti...altro che staccarsi e rimanere neutri...

ciao....

Zret ha detto...

La verità è custodita nel silenzio come l'essere giace nel nulla.

Saluto tutti, compreso l'ottimo Timor.

Duncan ha detto...

Il post originario e Divine tracciano le coordinate essenziali in cui voglio muovermi..
Donnie chi lo ha detto che la natura umana è essenzialmente e intrinsecamente egoista e volta al ricevere?
Nessuno al mondo può affermare questo come verità rivelata..
La natura umana resta un mistero, e mille esempi di degradazione, abuso, abominio e violenza non saranno mai una prova per giudicare l'essenza umana in sé e per sé.
E poi, esseri umani animati da una sacra fiamma, da una spinta generosa e luminosa, dal desiderio di dare e creare ci sono sempre stati..
Erano tutti contro natura o solo frutto di uno sforzo cosciente per "imporsi" la moralità?
Non si tratta di dettagli, è molto di più quello che hai messo in gioco col tuo post.. e cambia, in prospettiva, il modo in cui operano le nostre motivazioni e in cui si attivano le nostre energie.
Se io penso che l'essere umano è essenzialmente egoista e malvagio la mia fiducia ne verrà radicalmente intaccata..Anche perché nel mio sistema-mondo, nel mio Schema-pensiero starei accettando l'idea che l'uomo è stato creato (o è venuto ad essere in qualche modo) intrinsecamente egoista.. Ci sarebbe qualcosa di sinistro in tutto ciò che esiste a quel tempo, e la nostra lotta sarebbe tragica e drammatica.
Daremmo anche ragione a tutti coloro che credono nella legittimità delle gerarchie, delle regole e del controllo perché l'uomo è intrinsecamente incapace di dare, egoista.. "indegno" fiducia lasciato a se stesso.
Nelle risposte ho visto che qua vi sono conoscitori di sapienza e filosofia, e si parla anche di Buddismo. Nel Buddismo-Zen si parla del diamante coperto di polvere (e merda aggiungerei io :-).
In soldoni il nostro essere originario benefico e luminoso, ma da quando siamo nati, mille influenze, ferite, manipolazioni l'hanno ricoperto di polvere, fango.. e merda..una cappa così spessa che ci convinciamo che lo strato sia il nostro essere e non ciò che lo copre.
E allora va bene il tuo richiamo.. aprire gli occhi per toglierci la merda che ci ricopre..
MA NOI NON SIAMO QUELLA MERDA..
Il nostro essere originario, "il volto che abbiamo prima della nascita" non è quella merda..
Ah, quanto a Divine.. non credo neanche io che esista il distacco puro.. diciamo che si potrebbe parlare di equilibrio, ma senza passione siamo tronchi sterili...
Dimenticavo.. Io sono Duncan.. il vostro spazio è magnifico.. scusate se ho fatto un intervento così lungo...

anto-az ha detto...

ricordate che se tagliate una delle teste di idra,ella ricrescera,anche piu forte.
attenzione a non fare lo stesso errore di icaro....
una volta pulito,va giù,e poi risale sù...
per fare il miracolo della cosa uno.

un saluto a tutti.

Donnie ha detto...

Duncan, per una visione più generale, ti consiglio di leggere anche questo:

http://wakeupneo.blogspot.com/2008/10/los-voladores-ombre-di-fango-predatori.html

Nessuno nega la bontà (il diamante) con cui l'uomo nasce ma purtroppo essa viene persa (o rubata) durante il cammino.

Timor ha detto...

@ Caro Anto-az le passioni vanno ovviamente com-prese ed eventualmente vissute prima di essere trasmutate

L'energia è energia, si tratta solo di convertirla e stabilire un giusto flusso. Noi siamo i Trasformatori, potenziali laser di coscienza convergenti verso uno scopo.
Lo scopo è la partecipazione al Gioco Cosmico proiettandosi come raggi consapevoli dall'Ein Sof, dal Sat-Chit-Ananda da cui mai siamo stati veramente separati
Ma Tutto serve, Tutto lo arricchisce anche le nostre illusioni e le nostre polarità negative.
Ma dobbiamo imparare a scegliere attraverso la comprensione, scendendo nelle profondità del nostro lato Ombra con la luce della ragione e della volontà.

Carl Gustav Jung disse: "Chi guarda in uno specchio d’acqua, inizialmente vede la propria immagine. Chi guarda se stesso, rischia di incontrare se stesso. Lo specchio non lusinga, mostra diligentemente ciò che riflette, cioè quella faccia che non mostriamo mai al mondo perché la nascondiamo dietro il personaggio, la maschera dell’attore. Questa è la prima prova di coraggio nel percorso interiore. Una prova che basta a spaventare la maggior parte delle persone, perché l’incontro con se stessi appartiene a quelle cose spiacevoli che si evitano fino a quando si può proiettare il negativo sull’ambiente."

Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem Veram Medicinam

Un abbraccio a tutti Voi

Timor ha detto...

@ Donnie e altri giovani spero apprezzeranno l'insegnamento che nasce anche da un "semplice" cartone animato.

L'insegnamento inizia dal minuto 5:40.
it.youtube.com/watch?v=EXPiDx9yteU

L'oro è una rappresentazione materiale simbolica del Sè, di coloro che, attraverso la pratica costante, hanno realizzato la loro vera identità.

Duncan ha detto...

Bello il video Timor..
Oso anche io condividere con voi mistici, visionari, filosofi e guerrieri questo video che..ha un suo profondo senso..
http://it.youtube.com/watch?v=hueDtZP4XI8
Tornando a noi, le dinamiche si intrecciano in un numero senza fine di forme..
Non è tanto in questione la pervasività del male, ma il suo profondo Volto ignoto..
Non credo che ci sia un solo Campo, il Campo è cocreato dalle nostre stesse dinamiche energetiche e quindi è una overdose di specchi.
In un certo senso i demoni magari esistono ma.. non su ogni livello.
Un numero impressionante di persone sviluppano sintomi che sembrano essere quasi di possessione o di maleficio o gravi disturbi mentali.. ma, quelle persone, erano state "sintonizzate" per anni su un magma di depressione e angoscia disperata.. In quello stato loro aprono una porta.. e magari hanno allucinazioni.. e forse, spesso succede, vedono anche Demoni o entità non esattamente piacevoli..
Non sto dicendo che siano tutte illusioni della loro mente, anche se è possibile.. dico che non tutto esiste su tutti i piani.
Su livelli di frequenza superiori tu non potrai mai vedere i demoni, perché il campo della manifestazione è talmente elevato a quel livello da essere incompatibile con la sola idea di energie tossiche e maligne.
Queste cose d'altronde, essendo ricercatori di livello notevole, le sapete anche voi, in una forma o nell'altra.
Tanto per fare un es., tutta quella accozzaglia di pseudoreligiosità che ruota intorno agli esorcismi e ai riti contro i demoni si colloca su un piano "compatibile" con essi.
Ma a un livello superiore essi semplicemente in-esistono..
Ve li immaginate Yogananda e i grandi yogi o Maestri Zen come Rinzai o altri che vedono i demoni?
Dobbiamo sempre stare attenti agli estremismi...
Da una parte si vuole nascondere l'esistenza annichilente del male, con le sue bestiali piramidi del sacrifico e le sue influenze sull'integrità psico-fisica. E voi lo sapete, lo potete vedere nello spiritualismo newage più facile ecc..
Ma dall'altra, altro rischio.. pur volendo combatterlo ci si fa incantare dal Male e dalla sua seduzione.. ci si installa con la mente nel suo Cuore di Tenebra..
e.. come diceva Nietsche..
se contempli troppo l'abisso, rischi di trasformarti in abisso.
Che la Grande Tartaruga sia con voi..